Macroregione del Mar Mediterraneo: lo specchio dove chiunque può rivedersi
Il cuore del terzo pilastro della Strategia della Macroregione Mediterranea è il riconoscimento della Dignità dell’altro come prassi di azione progettuale
Click Here
Macroregione Mediterranea e il rispetto dell’ambiente
Il mare non ha confini o barriere. Le correnti portano ovunque quello che viene rilasciato lungo un tratto di costa.
Clicca qui
Previous
Next

Stati della Macroregione Mediterranea:

Albania, Algeria, Bosnia ed Erzegovina, Cipro, Cipro del Nord, Croazia, Egitto, Francia, Gibilterra,
Giordania, Grecia, Israele, Italia, Libano, Libia, Malta, Marocco, Monaco Principato, Montenegro
Regno Unito, Siria, Slovenia, Spagna, Tunisia, Turchia.

Le 16 lingue parlate nella Macroregione Mediterranea:

Albanese, Arabo, Bosniaco, Croato, Ebraico, Egiziano, Francese, Greco, Inglese, Italiano, Maltese,
Montenegrino, Serbo, Sloveno, Spagnolo, Turco.

Strategia Macromediterranea

I Pilastri della Macroregione Mediterranea

BLUE ECONOMY E TURISMO SOSTENIBILE

Il primo pilastro della Macroregione Mediterranea,  Blue Economy e Turismo,  si basa  sugli aspetti interdipendenti e correlati  per  l’efficace e l’efficiente sinergia in grado di spingere verso l’alto la crescita dell’economia di territori potenzialmente prosperi e coesi, quali i paesi del Mediterraneo.

Due sono le direttrici correlate su cui, anche in sintonia con la Green Economy del secondo pilastro, la Macroregione Mediterranea interviene con il primo pilastro

GREEN ECONOMY

Se la Blue Economy prevede l’eliminazione delle emissioni dannose che dal mare si ripercuotono su tutto il pianeta in uno schema circolare, la Green Economy impone una riduzione dei fattori inquinanti per il pianeta Terra. 

La Green Economy, in particolare, costituisce il nucleo del secondo pilastro e comprende quell’insieme di azioni volte ad attuare e promuovere un’economia sostenibile che salvaguardi l’ambiente di un Paese basata sul progresso e sviluppo dei suoi territori con l’obiettivo di migliorarne le condizioni.

PERSONALITY DEVELOPMENT AND HUMAN RIGHTS

“Personality development and human rights” è il terzo pilastro della Strategia della Macroregione Mediterranea dedicato al contesto sociale legato ai territori sulle coste del Mediterraneo e al centro delle attenzioni della sua Macroregione. Questo pilastro affronta anche lo “sviluppo della personalità e dei diritti umani” per supportare il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite secondo il programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU.

DIGITALIZATION AND TELECOMMUNICATIONS CONNECTION

Il quarto pilastro della Strategia Macroregionale è “Digitalization and Telecommunications Connection”.
Al giorno d’oggi la digitalizzazione e lo sviluppo tecnologico sono in stretto legame poiché senza una evoluzione delle reti di telecomunicazioni non è possibile lo sviluppo tecnologico.

Quest’ultimo anno abbiamo assistito all’importanza che le connessioni telematiche rivestono nell’ambito dell’emergenza pandemica. Le connessioni simultanee hanno quindi permesso videoconferenze, lezioni in dad, videocall familiari e le connessioni tramite telecamere ip, per esempio, tra medico e paziente nei reparti Covid-19.