La Strategia delle altre Macroregioni

Nel 2009 è stata istituita la prima Macroregione denominata: “Macroregione del Mar Baltico”, (EUSBSR), la cui Strategia si fonda su tre obiettivi principali:
-salvaguardare il mare;
-potenziare le infrastrutture per migliorare i collegamenti all’interno della Macroregione;
-accrescere il benessere dei cittadini, anche combattendo la criminalità organizzata.

Nel 2010 è nata la “Macroregione del Danubio”, (EUSDR). Nella sua Strategia sono stati previsti quattro ambiti prioritari, la cui Strategia si fonda su tre obiettivi principali:
-promuovere i collegamenti nella regione del Danubio;
-proteggere l’ambiente;
-creare prosperità;
-rafforzare la regione anche dal punto di vista della sicurezza.

La strategia UE per la “Macroregione Adriatica e Ionica”, (EUSAIR), che è nata nel 2014, promuove:
-una crescita sostenibile in termini economici e sociali della regione adriatico-ionica, supportando al contempo il processo di integrazione dei paesi balcanici dell’area;
-le opportunità dell’economia marittima: trasporti mare-terra;

-protezione dell’ambiente marino;

-turismo sostenibile;
-connettività in campo energetico

La strategia UE per la “Macroregione Alpina”, (EUSALP), istituita solo nel 2015, interessa anch’essa quattro ambiti di intervento: 

-la crescita economica e innovazione, ad esempio mediante attività diricerca su prodotti e servizi specifici della regione alpina;
-connettività e mobilità, con il miglioramento della rete stradale e ferroviaria e l’espansione dell’accesso a Internet via satellite nelle aree remote;
-interventi nel campo di ambiente ed energia, con la messa in comune delle risorse per salvaguardare l’ambiente e la promozione dell’efficienza energetica nella regione.