UNIRE I POPOLI MEDITERRANEI NELLA PACE

da | Giu 10, 2024 | Personality Development, Personality Development

DENUNCIA COSTANTE DELLA MACROREGIONE MEDITERRANEA PER I CRIMI DI GUERRA DALL’INIZIO DEL CONFLITTO IN MEDIO ORIENTE

La Macroregione Mediterranea dall’inizio del conflitto in Medio Oriente ha sottolineato la gravità degli atti commessi in violazione dei diritti umani, in particolare dal primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, dal ministro della difesa israeliano Yoav Gallant e dai tre leader di Hamas – Yahya Sinwar, Mohammed Deif e Ismail Haniyeh – per crimini di guerra e contro l’umanità in Israele e nello Stato di Palestina.  Dall’8 ottobre 2023 la Macroregione Mediterranea ha avviato procedura di esclusione dei due Paesi per violazione radicale dei Principi del Terzo Pilastro, procedura poi sospesa per il Patto di Pace in corso, sostenuto  da Unione Europea, motivando anche che le gravi responsabilità personali di Governanti non possono essere ora di danno per i Popoli mediterranei, ma che, comunque, saranno prese incisive misure sui gravi accaduti e sui loro responsabili.

 

CONDANNA DEFINITIVA PER I CRIMINI DI GUERRA COMMESSI

Le responsabilità penali sono personali e devono essere sanzionate.  Sono stati commessi gravi crimini di guerra di riduzione alla fame dei civili, di attacchi diretti contro i civili, di uccisioni intenzionali di civili. Sono state procurate gravi sofferenze, così come sono stati commessi  crimini contro l’umanità di sterminio (anche attraverso la riduzione alla fame), persecuzioni e altri crimini orrendi principalmente commessi nella Striscia di Gaza.

 

MANDATO DI ARRESTI PER I CRIMINI DI GUERRA IN VIOLAZIONE DEI DIRITTI UMANI

Con l’implementation del Terzo Pilastro una Corte penale della Macroregione Mediterranea tutelerà i diritti umani dei suoi popoli,  con un Ufficio del Procuratore presso la stessa Corte, anche durante i conflitti armati, applicando il Diritto Macroregionale Mediterraneo.

 

DIRITTO MACROREGIONE MEDITERRANEA

Le persone sospettate di essere responsabili di crimini di diritto macroregionale mediterraneo in Israele e in Palestina devono essere subito portate a processo penale davanti a tale Corte, non importa quanto siano potenti o quale sia il loro grado.

 

RICHIESTE DI ARRESTO ANCHE PER METTERE FINE A DECENNI DI IMPURITA’

Le richieste dei mandati d’arresto da parte di un Procuratore della Corte penale della Macroregione Mediterranea, nel rispetto di ogi garanzia ma con la massima celerità, sarà anche una grande, e da lungo tempo attesa, opportunità per porre fine a decenni d’impunità e per ripristinare la credibilità del sistema di Giustizia dei Paesi del Mediterraneo nel loro complesso.

Con l’implementation del Terzo Pilastro, tutti gli Stati devono rispettare la legittimità della Corte, astenersi da ogni tentativo di intimidire o sottoporre a pressioni la Corte e consentire ai Giudici di portare avanti il loro lavoro nella piena indipendenza e imparzialità.

La Macroregione Mediterranea ha evidenziato che, con ogni proprio sforzo, nulla dovrà impedire la condanna di assassini di Cittadini mediterranei inermi e un futuro di Pace comune anche per i popoli di Israele e di Palestina.

Giovanna Domini, Avvocato

 

Translate »