ATTIVITA’, posizioni e azioni della macroregione mediterranea nei paesi

Novembre e Dicembre 2023 Mediterraneo in Israele

Interreg NEXT MED a novembre 2023 ha lanciato la 1° Call ed è stato rilevante l’apporto di Israele.  Nel mese di dicembre un rilevante esempio di coesione mediterranea è stata l’azione dell’Autorità di Gestione del Programma Interreg NEXT MED 2021-27 per un finanziamento UE di 103.6 milioni di euro riservato alle sfide del Mediterraneo. In tale ambito sono in corso progetti di cooperazione transnazionale di Israele volti a catalizzare trasformazioni positive, alimentare il progresso collettivo e incoraggiare lo sviluppo sostenibile e inclusivo in tutta l’area del Mediterraneo. Seguendo l’ambizione generale di rendere la Macroregione Mediterranea più intelligente e competitiva, più verde e resiliente ai cambiamenti climatici, più sociale e inclusiva e meglio governata, l’azione di Israele si concentra  sul rafforzamento delle capacità di ricerca e innovazione, la promozione della crescita delle PMI, il progresso delle soluzioni legate alle energie rinnovabili, il rafforzamento delle misure di adattamento ai cambiamenti climatici, la promozione di opportunità educative, la garanzia dell’accesso a un’assistenza sanitaria di qualità e il miglioramento dei processi di governance locale. A seconda del tipo di progetti previsti per questo primo bando – tematici, orientati ai giovani e di governance – il sostegno finanziario dell’UE varierà da 500.000 a 2,5 milioni di euro. Il contributo dell’UE non potrà ad ogni modo superare l’89% dei costi totali ammissibili delle iniziative e il cofinanziamento dovrà essere almeno pari all’11% dei costi totali ammissibili.

La Macroregione Mediterranea si congratula per l‘impegno di Israele in quest’ambito circa la coesione e collaborazione tesa a creare le migliori condizioni per l’implementazione dei quattro Pilastri e chiede, per il sostegno in tale azione, a essa, così come a ogni contendente, la sospensione immediata di ogni attività di guerra.

Translate »