ATTIVITA’, posizioni e azioni della macroregione mediterranea nei paesi

Luglio e Agosto 2023 Mediterraneo in Bosnia-Erzegovina

Mediterraneo: la Bosnia Erzegovina protagonista al Consiglio dei giovani del Mediterraneo 

(14 luglio 2023): Ruzica Marcovich è stata la voce di Rondine Cittadella della Pace al Consiglio dei giovani del Mediterraneo. Quaranta giovani provenienti da diciannove Paesi dell’area indicati dalle rispettive Conferenze episcopali o Sinodi delle Chiese orientali cattoliche che per la prima volta si sono riuniti per portare il proprio contributo e la visione delle giovani generazioni nell’ambito dell’iniziativa che si protrarrà fino al 17 luglio.
Un progetto realizzato in seguito all’incontro dei vescovi del Mediterraneo 2022, il quale vede coinvolta la Cittadella della Pace in segno di continuità: è stata, infatti, invitata a partecipare al Consiglio dei giovani del Mediterraneo Ruzica, studentessa di Rondine, in rappresentanza dei partecipanti del progetto “Mediterraneo frontiera di pace, educazione e riconciliazione”.

Un percorso di formazione alla trasformazione del conflitto e alla progettazione rivolto a giovani dei Paesi mediterranei colpiti da tensioni politiche e sociali, che mira a fornire ai partecipanti gli strumenti metodologici e operativi per intervenire in situazioni in rapido mutamento e straordinariamente complesse, con l’obiettivo di rafforzarne le capacità strategiche e di leadership.

“Mediterraneo frontiera di pace, educazione e riconciliazione” nasce nel 2020 come “opera segno” affidata dalla Cei a Rondine Cittadella della Pace, a margine del primo incontro tra i vescovi del Mediterraneo e riconfermata nel 2022 in conclusione dell’incontro dei vescovi del Mediterraneo, contemporaneamente all’istituzione del Consiglio dei giovani.

Ruzica è intervenuta a nome degli altri sette giovani leader impegnati nella seconda edizione del progetto che si uniscono agli undici partecipanti che sono già rientrati nei loro Paesi e stanno portando avanti azioni e progetti di impatto nelle rispettive società: in Bosnia ed Erzegovina, ma anche Libano, Tunisia, Algeria, Albania, Palestina e Siria.

La Macroregione Mediterranea si è complimentata con i giovani mediterranei. Un plauso particolare è giunto alla Bosnia Erzegovina per le sue iniziative miranti sempre più a sviluppare l’unità mediterranea nelle more dell’improrogabile approvazione della Strategia.

Translate »