ATTIVITA’, posizioni e azioni della macroregione mediterranea nei paesi

Gennaio, Febbraio e Marzo 2024 Mediterraneo in Grecia

Il primo Ministro greco è stato nel mese di febbraio due giorni in Serbia per sviluppare una forte rete di trasporti fra questi due Paesi Mediterranei, oltre che con Albania e Montenegro.
Inoltre si sviluppa il cavo elettrico sottomarino tra Grecia, Cipro e Israele.

Il Great Sea Interconnector è un ambizioso piano finanziato dall’Unione Europea per collegare le reti elettriche di Grecia, Cipro e Israele tramite un cavo sottomarino profondo, con una capacità pianificata di 2.000 megawatt e un costo totale di 657 milioni di euro. L’operatore indipendente greco di trasmissione di energia elettrica (IEO) è l’ente attuatore del progetto.

Cipro beneficerà del 66% dell’energia elettrica, mentre il restante 34% sarà destinato alla Grecia, rafforzando così l’indipendenza energetica greca e facilitando l’integrazione delle fonti energetiche rinnovabili.

Il cavo elettrico sottomarino tra Grecia, Cipro e Israele, mira a collegare le reti elettriche di Grecia, Cipro e Israele attraverso un cavo sottomarino profondo, con una capacità pianificata di 2.000 megawatt. Con un costo complessivo stimato di 657 milioni, il progetto  non solo rafforza le relazioni tra i Paesi coinvolti, ma anche offre opportunità per affrontare le complesse questioni dell’Eastmed, specialmente alla luce degli eventi recenti come la guerra a Gaza.

La Macroregione Mediterrane si congratula con la Grecia per tale sviluppo di collegamento nell’ottica della Strategia mediterranea, come esempio di una visione più allargata e di  sviluppo sempre più crescente nel Mediterraneo.

Translate »